implantologia_a_01

11) Protesi fisse removibili su impianti per sostituire tutti i denti della bocca

Caso clinico 1.

Il paziente, anni 72, portatore di Protesi totale (dentiera), peraltro bene eseguita, decide di passare alla soluzione fissa/removibile e cioè alla Overdenture impianto sostenuta, anno 1995.

In questo caso dopo la estrazione dei denti, (effettuate più di dieci anni prima) l’osso era arretrato in maniera non compatibile con il confezionamento di una protesi Toronto fissa (che richiede che i denti siano montati in corrispondenza delle basi ossee o poco davanti).

Infatti se venissero montati i denti dove è l’osso attualmente, essi si collocherebbero indietro rispetto alla posizione originaria (evidenziata dalla posizione delle labbra), con conseguente mancato sostegno del labbro che risulterebbe arretrato come spesso succede negli anziani senza denti.
Perché in questi casi non si fa una protesi fissa tipo Toronto? Come i tutti i casi visti precedentemente?
La anteriorizzazione dei denti della protesi rispetto alle basi ossee, farebbe in questi casi da nicchia per residui alimentari che sarebbe poi impossibile di rimuovere (non si potrebbero passare scovolini spazzolini etc.) Invece in questo caso le protesi, facilissimamente smontabili dal paziente a casa, consentiranno una facilissima igiene. Infatti il paziente potrà spazzolare le armature metalliche, garantendo la indispensabile igiene degli impianti, e potrà spazzolare le protesi fuori bocca come una dentiera. Compiuta le manovre di igiene, le protesi potranno comodamente essere riposizionate sulle barre, per una perfetta e stabile masticazione e una perfetta estetica, e le labbra saranno ben supportate in posizione naturale.

implantologia_m_001 implantologia_m_002

Foto sopra a sinistra. La radiografia laterale, con la Protesi totale in bocca, (contenente delle strutture radioopache), evidenzia:

– la distanza in anteroposteriore fra le basi ossee sia superiore che inferiore, fortemente riassorbite (e cioè arretrate ), dove verranno inseriti gli impianti e la posizione dove devono essere montati i denti (e cioè avanti a sostegno delle labbra). Si vedono infatti le labbra che sono avanzatissime rispetto al poco osso residuato.

Foto sopra a destra. La Protesi totale del paziente, tre mesi dopo la inserzione degli impianti, è stata collegata agli impianti nella posizione normale in bocca, per costituire una Protesi provvisoria fissa. Una volta avvitata sui modelli in gesso derivati dalle impronte degli impianti, si conferma lo sbalzo di circa 12 centimetri fra la emergenza degli impianti dall’osso e la superficie anteriore degli incisivi sia superiori che inferiori. Tale posizione anteriore, dove stavano in effetti i denti del paziente prima di essere estratti, è indispensabile:

1) per potere correttamente sostenere il labbro nel profilo,

2) per la estetica, altrimenti i denti applicati direttamente sugli impianti sarebbero o invisibili, se di lunghezza corretta, o mostruosamente lunghi e obliqui quasi sdraiati in avanti,

3) per una corretta fonazione (spazio per la lingua).

implantologia_m_003 implantologia_m_004

Foto sopra a sinistra. 1996, le due Protesi in bocca. Sono in pratica due Protesi totali, cioè due dentiere, che hanno incorporata una contro fresatura femmina a ferro di cavallo, che si bloccherà/incastrerà stabilmente sulla fresatura a ferro di cavallo maschio avvitata sugli impianti che sarà in posizione anteriorizzata rispetto alle basi ossee e conseguentemente le emergenze degli impianti.

Foto sopra a destra. Le due fresature maschio a ferro di cavallo sono avvitate sugli impianti e al di sopra si incastreranno le due protesi che incorporano una controfresatura a ferro di cavallo, femmina.

implantologia_m_005

Foto sopra. Dopo 10 anni, 2006, i denti vengono sostituiti, l’estetica modificata, il sorriso del paziente è più estetico. Il tono delle labbra è sostenuto e niente evidenzia la complessa struttura sottostante, che trattiene rigidamente le due protesi, la superiore assolutamente priva di palato, proprio perché la ritenzione è affidata alla struttura fresata, e non ad un meccanismo di suzione come nelle protesi totali, nelle quali necessità assolutamente il suggello del palato posteriore, onde ottenere ritenzione.

implantologia_m_006 implantologia_m_007

Foto sopra a sinistra. La radiografia panoramica nel 1995, prima della inserzione degli impianti.

Foto sopra a destra. La radiografia panoramica nel 2006, 10 anni dopo la consegna della protesi. La radiografica di controllo evidenzia gli ottimi livelli ossei attorno agli impianti. Si vedono le due strutture metalliche, le fresature maschio e femmina, sovrapposte e non distinguibili pertanto l’una dall’altra, i denti in resina sono radiotrasparenti e non si vedono!!