implantologia_a_01

12) Impianti per stabilizzare una normale dentiera

Caso 1.

Donna anni 77. La paziente era portatrice di Protesi totale Superiore ed Inferiore. La Protesi inferiore, se pur eseguita correttamente, come spesso succede non era né ritentiva né stabile, nonostante l’uso di una crema adesiva. Il collegamento a due attacchi a pallina(coppetta) , (bowl attachments), inseriti in due impianti endoossei, rende la dentiera (Overdenture impianto ritenuta) ritentiva e stabile.

implantologia_n_001 implantologia_n_002

Foto sopra. Nella mandibola della paziente (radiografia panoramica superiore) tutti i denti erano da estrarre e allora una volta estratti, ( particolare della radiografia panoramica della mandibola) sono stati inseriti due impianti. La componente maschio è avvitata fissa all’ impianto, mentre la parte femmina (coppetta), sta bloccata fissa sulla Dentiera, e provvede a fissarla agli impianti. Questo sistema consentirà alla Dentiera inferiore di stare bloccata alla mandibola.

implantologia_n_003 implantologia_n_004

Foto sopra a sinistra. La paziente a bocca aperta, posizione nella quale una Protesi totale inferiore non ritentiva si disloca. Si nota come la Protesi totale sia invece ben aderente alla mandibola, abbia cioè buona ritenzione.

Foto sopra a destra. La due Protesi totali della paziente, superiore ed inferiore.

implantologia_n_005 implantologia_n_006

Foto sopra a sinistra. L’elemento ritentivo “maschio” avvitato negli impianti.

Foto sopra a destra. L’elemento ritentivo femmina solidarizzato nella Protesi, mediante resina rossa, dopo avervi fatto due alloggi.

Caso 2.

Maschio anni 67. Il paziente era portatore di una Protesi totale superiore ed Inferiore. La Protesi inferiore non era ritentiva ed era poco stabile. Non avendo tempo per cure più impegnative, il paziente risolveva per un medio termine di tempo, mediante la inserzione di tre mini-impianti endo-ossei forniti di tre attacchi “a pallina”in testa.

La procedura richiedeva lo spazio di due ore, compreso il tempo della modifica della Protesi inferiore, per l’incorporazione di tre attacchi femmina, utili al collegamento con la componente maschio dell’impianto. Caso effettuato a febbraio 2006 e ad aprile 2014, il paziente sta benissimo e non ha la minima intenzione di cambiare per soluzioni più fisse, come aveva pensato in un primo tempo!

implantologia_n_007 implantologia_n_008

Foto sopra a sinistra. La Protesi totale superiore e la inferiore in bocca. La inferiore ha ora stabilità masticando, e aprendo la bocca al massimo non si disloca.

Foto sopra a destra. Visione della mandibola con mini impianti aventi una funzione di stabilizzazione “provvisoria a lungo termine”.

implantologia_n_009

Foto sopra. L’elemento ritentivo femmina solidarizzato mediante resina rossa nella Protesi, dopo avervi fatto gli alloggi. Si intravedono nella resina della vecchia Protesi delle strutture metalliche di rinforzo.

Caso 3

Donna anni 80. La paziente era portatrice di Protesi totale Superiore ed Inferiore. La inferiore, se pur eseguita correttamente, non era né ritentiva né stabile, nonostante l’uso di una crema adesiva. Il collegamento a 4mini-impianti mediante 4 attacchi tipo Bowl, fanno si che la dentiera risulti stabilissima, (Overdenture impianto ritenuta).

implantologia_n_010 implantologia_n_011

Foto sopra a sinistra. Si evidenzia la bocca della paziente completamente edentula.

Foto sopra a destra. A distanza di 12 mesi questo è l’aspetto mandibola, dalla quale fuoriescono le teste dei 4 miniimpianti. La testa (maschio) fuoriesce dalla gengiva per permettere alla componente femmina, inglobata nella protesi toale di rimanervi bloccata.di detrminarne laritenzione e stabilitàmasticamdo, e parlando.

implantologia_n_012

Foto sopra. La visione della parte contattante la gengiva della protesi totale (dentiera), evidenzia le 4 femmine.

implantologia_n_013 implantologia_n_014

Foto sopra. La paziente si sente estetica e ..sicura di se stessa, perché azzardando una apertura massimale (per mordere una mela per esempio) la protesi sta ferma!

implantologia_n_015

Foto sopra. Particolare di una radiografia panoramica della mandibola evidenziante i 4 miniimpianti e gli attacchi a pallina (coppetta).
Trattasi di controllo a 10 anni dalla inserimento degli impianti.
La componente maschio è parte dell’ impianto, mentre la parte femmina è bloccata fissa sulla Dentiera (radiograficamente trasparente essendo in resina) e vi si incastra. Questo sistema consentirà alla Dentiera inferiore di stare bloccata alla mandibola. E’ evidente che nella mandibola il tessuto osseo era andata quasi completamente riassorbito, impedendo di inserire impianti nei settori posteriori.