Parodontologia

La parodontologia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia delle malattie del parodonto e delle patologie perimplantari.

 

Il parodonto comprende la gengiva, l’osso alveolare propriamente detto (freccia blu), il legamento parodontale (freccia rossa) ed il cemento radicolare (freccia nera).

Le malattie del parodonto sono la gengivite, la parodontite cronica, la parodontite aggressiva, le parodontiti come manifestazioni di malattie sistemiche, le parodontiti ulcero necrotiche, gli ascessi del parodonto, le parodontiti associate a lesioni endodontiche e le deformità e condizioni acquisite o di sviluppo.

 

Tutti i pazienti sono costantemente monitorati ad ogni visita o seduta di igiene mediante un semplice esame di screening chiamato Periodontal Screening Report (PSR). Quando un paziente raggiunge un punteggio superiore o uguale a 3 in uno o più sestanti si rende necessaria la Visita parodontale.

 

La Visita parodontale include una serie di esami volti alla determinazione della diagnosi e della corretta terapia per la specifica condizione del paziente.
L’esame include:
– una anamnesi parodontale specifica,
– la compilazione della cartella parodontale, e
– l’utilizzo di radiografie (Status radiografico) per l’approfondimento di quesiti diagnostici.

 

L’anamnesi parodontale specifica può includere alcune domande tra cui:
uso di sigarette,
consumo di alcool,
abitudini alimentari scorrette,
situazioni di stress
assunzione di farmaci particolari (ciclosporine, calcio antagonisti, anticonvulsivanti),
presenza di diabete
patologie ereditarie o acquisite che alterano le difese immunitarie,
variazioni ormonali (pubertà / gravidanza / menopausa / pillola contraccettiva)

familiarità per la malattia parodontale

modalità e frequenza dell’igiene orale meccanica domiciliare
frequenza della igiene orale meccanica professionale,

La cartella parodontale è una sorta di mappatura che valuta diversi parametri in sei punti attorno a tutti i denti che permette di monitorare nel tempo lo stato di salute parodontale e l’andamento della malattia e delle terapie effettuate.

La maggior parte delle misurazioni sono effettuate mediante la sonda parodontale.

Sonda parodontale:
si vedono segnati in nero i 5 millimetri, i 10 millimetri, i 15 millimetri.

Le misurazioni includono:
la profondità del sondaggio della tasca

La profondità delle recessioni gengivali

La perdita di attacco clinico

Il sanguinamento al sondaggio

La presenza di pus,

la mobilità
l’indice di placca.

Cartella Parodontale di un paziente affetto da Malattia Parodontale

Status di radiografie di un paziente parodontale

Una volta determinata la corretta diagnosi, il parodontologo potrà consigliare la modalità terapeutica più adeguata alla condizione specifica del paziente.

Terapia della parodontite cronica

La terapia causale include una serie di manovre atte a ridurre l’infiammazione gengivale ed eliminare i fattori aggravanti della malattia.

Sono discusse col paziente le manovre di igiene orale meccanica  quotidiana (IOMQ) e di igiene orale meccanica periodica professionale (IOMPP) da lui/lei adottate cercando di fornire consigli adatti allo stile di vita del paziente, sono discusse le abitudini viziate del paziente che possono interferire con la malattia parodontale, sono eliminati i depositi di placca e tartaro sopra e sottogengivali, e tutti i fattori ritentivi di placca come carie e restauri inadeguati.

La terapia causale, eseguita correttamente è capace di risolvere gran parte dei difetti parodontali, in alcuni casi tuttavia può essere necessario completare il trattamento mediante terapie correttive in genere divise tra terapie rigenerative, lembi di accesso o chirurgie resettive.


Una volta trattato, il paziente deve essere ben mantenuto sotto controllo con sedute di Terapia Parodontale di supporto ad intervalli individualizzati a seconda del profilo di rischio di ogni paziente.

Oltre al trattamento delle malattie parodontali il parodontologo si occupa anche della ricopertura delle recessioni gengivali, dell’allungamento di corona clinica a scopo estetico o preprotesico e della terapia delle Perimplantiti: l’infiammazione accompagnata da perdita di osso attorno agli impianti dentali.

 

Vuoi saperne di più?

Vai sul sito www.gengive.org redatto dalla Società Italiana di Parodontologia.

Argomenti Trattati

  1. Le vostre domande – PDF 1