Prevenzione

Prevenzione della Carie, della Parodontite, e delle altre malattie della bocca.

prevenzione
La prevenzione deve essere una consuetudine sin da bambini !

La prevenzione deve essere una consuetudine sin da bambini. Possiamo distinguere tre modalità di prevenzione:
1) primaria, 2) secondaria e 3) terziaria.

1) Prevenzione primaria.

Consiste nella prevenzione delle malattie del cavo orale e cioè della Carie, della Gengivite e della Parodontite prima che possano insorgere, mediante:

  1. l’Igiene Orale Meccanica Quotidiana (IOMQ), cioè lo spazzolamento dei denti, l’uso del filo interdentale e dello scovolino, a casa, al lavoro etc., vedi PDF 8
  2. l’Igiene Orale Meccanica Periodica Professionale (IOMPP), cioè la periodica seduta di Profilassi/ Igiene Orale e il Check up della bocca, allo studio, vedi PDF 9
  3. l’Igiene Orale Chimica (IOC), cioè l’uso di collutori, gels anti Placca Batterica Dentale e dentifrici, a casa, al lavoro etc. vedi PDF 10
  4. la corretta igiene alimentare, vedi PDF 4
  5. l’eliminazione di agenti chimici, fisici, microbiologici potenziali cause di malattie della bocca
  6. la sigillatura delle superfici masticatorie dei denti, vedi PDF 4
  7. Il corretto allineamento dei denti. vedi PDF 4

Esempio di oltre 20 anni di corretta Prevenzione primaria.

La paziente si è sempre presentata con precisione alle sedute di Igiene Orale Meccanica Periodica Professionale allo studio, (Profilassi e check-up), e inoltre:
– usava correttamente spazzolino, filo e scovolino, a casa, al lavoro etc.
– poneva attenzione ad una dieta povera di zuccheri, a casa, al lavoro etc
– non fumava !!!
In questo periodo non ha avuto né carie, né gengivite, né tantomeno parodontite né patologie delle mucose.

La buona riuscita della Prevenzione primaria dipende essenzialmente dalla Prima visita PDF, e dalla precocità dell’inizio delle procedure di Igiene Orale raccomandate (Igiene Orale Meccanica Quotidiana, Igiene Orale Meccanica Periodica Professionale, Igiene Orale Chimica, corretta Igiene Alimentare, sigillature, vedi vedi PDF 4,8,9,10

2) Prevenzione secondaria.

Intercettazione precoce (il paziente può esserne cosciente o meno), nel corso delle periodiche sedute di Profilassi Professionale di check up / allo studio, delle patologie comunque insorte, (nei pazienti predisposti alla malattia cariosa, alla gengivite e alla parodontite, oppure che non effettuino una perfetta Prevenzione primaria), impedendone l’aggravamento mediante terapie minimali ma importantissime, ai primissimi momenti d’insorgenza evidente o meno, e cioè:

  • per le carie (effettuando otturazioni/ricostruzioni minimali),
  • per gengivite e parodontite iniziale (effettuando sedute di Profilassi, cioè di IOMPP),e rimotivando e reinsegnando le tecniche di IOMQ
  • per le patologie delle mucose (diagnosi precisa ed eventualmente biopsia)
  • per problematiche ortodontiche funzionali/estetiche con l’ortodonzia intercettiva in giovanissima età.

Esempi di prevenzione secondaria.

Caso 1.

Prima: carie, fratture e spazi su tutti i denti visibili in un sorriso.

Dopo: la paziente ha ricevuto degli estetici restauri in resina composita, senza incapsulare i denti in tempi brevissimi (due giorni) con costi quindi limitati.

Dopo 12 anni, la situazione non è variata grazie alla (IOMPP), cioè mantenimento effettuato semestralmente (prevenzione terziaria).

Caso 2.

Prima: un dente fratturato, e necrotico (scuro). Dopo: il dente è stato sbiancato e ricostruito con resina composita.

Caso 3.

Prima: denti con piccole carie. Dopo: i denti sono stati ricostruiti con resina composita.

Caso 4.

Prima: denti affetti da molte carie e parodontite. Dopo: a distanza di 5 anni dalla fine della terapia, questo è l’aspetto estetico, e questa è stata prevenzione terziaria!

La buona riuscita della Prevenzione secondaria dipende dalla corretta esecuzione delle terapie minimali necessarie, vedi a:
Terapia della Gengivite e della Parodontite iniziale/moderata
vedi PDF 6
Terapie: Conservativa, Ortodonzia, Estrazione del dente del giudizio, Gnatologia.

3) Prevenzione terziaria.

Consiste nella riabilitazione funzionale / estetica (e quindi si tratta di terapie complesse) e nel loro mantenimento, come:

  • riabilitazione della funzione masticatoria-estetica mediante sostituzione con protesi, fisse possibilmente, dei denti che sono stati estratti.
  • riabilitazione di parte del complesso maxillo faciale, andata distrutta per un trauma (incidente stradale), o per rimozione chirurgica di un tumore.

Un esempio di ottima Prevenzione terziaria.

La riabilitazione protesica fissa in metallo-ceramica anteriormente e removibile con denti in resina posteriormente, eseguita nel  1979, (sono state smarrite le diapositive analogiche iniziali ).
Oggi, febbraio 2018,
a distanza di 39 anni, la protesi si presenta in condizioni funzionali ed estetiche ottimali.
La perfetta manutenzione nel tempo del manufatto protesico è dovuta alla:

  • perfetta Igiene Orale Meccanica Quotidiana  (IOMQ),
  • perfetta Igiene Orale Meccanica Periodica Professionale (IOMPP), eseguita dall’Igienista allo studio.
  • procedure odontoiatriche protesiche cliniche e odontotecniche rispettanti i tessuti osseo gengivali, adottate dal nostro studio.

La buona riuscita della Prevenzione terziaria dipende dalla perfetta esecuzione delle Terapie riabilitative, vedi a Terapie: Estetica PDF 3, 4, 5, 6, e successivamente al loro mantenimento con le stesse procedure della Prevenzione primaria (Igiene etc.)

Argomenti Trattati

  1. Numerazione dei denti – PDF 1
  2. Anatomia della bocca del dente e principali malattie – PDF 2
  3. La Placca Batterica Dentale (PBD) – PDF 3
  4. Prevenzione della formazione della PBD Zuccheri Sigillature – PDF 4
  5. La Carie – PDF 5
  6. La Gengivite la Parodontite – PDF 6
  7. La prima visita, le radiografie, il piano di cura – PDF 7
  8. Igiene Orale Meccanica Quotidiana (IOMQ) – PDF 8
  9. Igiene Orale Meccanica Periodica Professionale (IOMPP) – PDF 9
  10. Igiene Orale Chimica (IOC) – PDF 10
  11. Ipersensibilità dentale – PDF 11
  12. Alitosi – PDF 12
  13. Altre malattie della bocca – PDF 13
  14. Prevenzione del contagio crociato tra pazienti – PDF 14
  15. Prevenzione e Terapia delle emergenze – PDF 15
  16. Le vostre domande – PDF 16